Collegamento da remoto

Una volta che hai sistemato il raspberry e hai effettuato l’installazione del sistema operativo e dato un’occhiata al tutto, potrebbe tornarti utile non scollegare ogni volta mouse, tastiera, monitor e tutto il laboratorio, ma semplicemente collegare il raspberry alla rete e all’alimentazione e collegartici da remoto!

I metodi più utilizzati per la connessione remota al raspberry sono sostanzialmente 3: elencherò il nome comune della tecnologia, il software (server) che va installato su raspberry per renderlo disponibile e il client da utilizzare su Windows 10 per la connessione remota, visto che a scuola abbiamo PC con Windows 10. Se avete dispositivi con sistemi operativi Mac o Linux, documentatevi su Internet sui client per la corrispondente tecnologia.

Protocollo

Tipologia

Server (su RPI)

Client (su Win10)

RDP

Grafica

Xrdp

Remote Desktop

VNC

Grafica

vnc

VNC Viewer

SSH

Testuale

sshd

Putty

Avvertimento

Qualsiasi metodo sceglierai, ricordati che avrai bisogno di conoscere il nome e/o l”indirizzo IP del tuo raspberry!

Cerca di capire prima come sia possibile ottenere (e magari modificare) queste informazioni!

RDP

Remote Desktop Protocol è un protocollo di rete proprietario sviluppato da Microsoft, che permette la connessione remota da un computer a un altro in maniera grafica. Il protocollo di default utilizza la porta TCP e UDP 3389.

I client RDP esistono per la maggior parte delle versioni di Microsoft Windows, Linux, Unix, macOS, Android, iOS. I server RDP ufficiali esistono per i sistemi operativi Windows nonostante ne esistano anche per i sistemi Unix-Like.

Suggerimento

Su RPI

Installa il servizio xrdp:

$ sudo apt install xrdp

Fatto questo, riavvia.

Suggerimento

Su Windows

Non devi fare nulla! Ti basta cercare il software Connessione a Desktop Remoto

VNC

Virtual Network Computing è un protocollo per applicazioni software di controllo remoto, utilizzato per amministrare il proprio computer a distanza. Può essere utilizzato anche per controllare in remoto server che non posseggono né monitor né tastiera.

Il protocollo di comunicazione usato a livello di trasporto è il TCP sulla porta di default 5900, oppure tramite interfaccia HTTP sulla porta 5800/tcp.

Suggerimento

Su RPI

Il server VNC è disponibile di default su Raspbian, ma va abilitato tramite raspi-config: Interfacing Options –> VNC –> Enable

Fatto questo, riavvia.

Suggerimento

Su Windows

Un client VNC gratuito è il VNC Viewer di RealVNC: https://www.realvnc.com/en/connect/download/viewer/windows/

Scaricalo, installalo su Windows e provalo.

SSH

Secure Shell è un protocollo che permette di stabilire una sessione remota cifrata tramite interfaccia a riga di comando con un altro host di una rete informatica. È il protocollo che ha sostituito l’analogo, ma insicuro, Telnet, perché basato su una comunicazione non cifrata.

A livello server utilizza la porta 22, sia tramite TCP che UDP.

Suggerimento

Su RPI

Il server SSH è disponibile di default su Raspbian, ma va abilitato tramite raspi-config: Interfacing Options –> SSH –> Enable

Fatto questo, riavvia.

Suggerimento

Su Windows

Ti basta scaricare Putty e usarlo senza neanche installarlo!

Il sito ufficiale è: https://www.putty.org/